Conferenza Giovani Avvocati

La Conferenza dei Giovani Avvocati e' un organo apolitico dell'Ordine di Roma che ha lo scopo di favorire una piu' elevata qualificazione professionale dei giovani che intraprendono la professione forense, anche in una prospettiva internazionale.

La Conferenza e' stata istituita nel 1967, su proposta del Presidente dell'Associazione Italiana Giovani Avvocati, Avv. Tommaso Bucciarelli, per volonta' dell'allora Presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma, Avv. Carlo Fornario, nell'ottica di dar vita a Roma ad una "istituzione" "nell'istituzione" ispirata ad una formula seguita per lunga tradizione da numerosi Ordini Forensi di ogni parte del mondo.

La Conferenza si compone di giovani professionisti, operanti nel distretto di Corte d'Appello di Roma, che sono proclamati "Segretari" (i primi cinque) della Conferenza Giovani Avvocati, a seguito di un concorso indetto annualmente dall'Ordine di Roma, che mira a selezionare i giovani piu' meritevoli, particolarmente preparati sul piano tecnico-giuridico, oltre che dotati di spiccata cultura generale ed eloquenza; per la partecipazione al concorso, che consta di una prova scritta generale, di una prova orale in diritto sostanziale e processuale e, di una simulazione di un'arringa in "toga" di un caso particolare, e' imprescindibile la conoscenza di una lingua straniera, scelta a piacere dal candidato, che dovra' interloquire con la commissione esaminatrice.

E' membro di diritto della commissione esaminatrice della Conferenza Giovani Avvocati un componente del Consiglio Direttivo della Sezione di Roma dell'AIGA nominato, ogni anno, dal Presidente della Sezione stessa.

Al "Primo segretario", durante la cerimonia annuale di premiazione degli Avvoocati con 50 o 60 anni di professione, verra' consegnata dal Presidente della Sezione di Roma una targa a lui dedicata, oltre alla Toga (donatagli dall'Ordine di Roma) ed alla possibilita' di essere inserito in un prestigioso Studio Legale Capitolino.

  • XXXVII CONFERENZA DEI GIOVANI AVVOCATI PRESSO LA CORTE DI APPELLO DI ROMA